Migrare un sito wordpress utilizzando un plugin per backup, vediamo come

Anche se non si è utenti pratici di tutti gli strumenti per farlo manualmente (ftp, mysql…), alcuni plugin ci vengono in aiuto

Fare un backup non è difficile con plugin come UpdraftPlus o WPvivid, o ancora Duplicator. Con pochi click si ha la copia di tutti i files (articoli, commenti, temi, plugin, impostazioni e database) e si può conservare e ripristinare sempre altrettanto facilmente. Il problema si pone talvolta con la migrazione, cioè quando si deve traslocare fisicamente il sito da uno spazio web ad un altro, sia pure sullo stesso host. Questi plugin sono gratuiti solo per le funzioni di base.

Prendiamo UpdraftPlus ad esempio, per migrare un sito è necessario scaricare il file del backup sul proprio computer e poi caricarlo nuovamente sempre attraverso UpdraftPlus, che a sua volta deve essere installato sul nuovo sito wordpress nel nuovo spazio web. Se il pacchetto del backup è piuttosto pesante (300 MB, 500 MB, 1 GB…) c’è l’eventualità che l’upload non vada a buon fine. Questo perché solitamente wp e l’host che gestisce il sito pongono dei limiti all’upload dei files.

Aumentare la dimensione massima per l’upload prima della migrazione

Dal pannello di controllo WP –> Media –> Libreria –> cliccare su “Aggiungi nuovo”

Qui si può leggere la dimensione massima di caricamento consentita, in questo esempio è 128 MB. Quindi se dobbiamo caricare un file di 300MB non ci riusciremo. UpdraftPlus consente di ovviare il problema ma solo in versione pro, a pagamento.

Per aumentare la dimensione massima è necessario modificare file come .htaccess o php.ini attraverso il pannello di controllo dell’host. Ad esempio, il file php.ini va modificato in queste righe di codice.

post_max_size = 128M
memory_limit = 200M
upload_max_filesize = 128M
max_execution_time = 300

Ma potrebbe anche non bastare, la mole di lavoro necessaria al server per caricare grossi file, potrebbe mandarlo in crash, quindi è necessario aumentare anche il valore di memory_limit e max_execution_time portandoli quantomeno a 300.

Se non si è molto esperti, per evitare di mettere mani a files come php.ini, ci sono altri plugin che possono aiutarci. Uno è WP Increase Upload Filesize, che è davvero semplicissimo, e poi c’è Big File Uploads.

Può capitare che anche aumentando il limite massimo di upload a 2GB, ad esempio, per caricare un pacchetto di backup di 500 MB, i plugin in versione gratuita non riescano a completare il caricamento. In questo caso bisogna farlo via FTP. Cioè, i file dei backup vanno caricati manualmente nella cartella specifica del plugin dedicata. Quella di WPvivid ad esempio si trova nella cartella wp-content –> uploads di wordpress.

Condividi l'articolo
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti