Rimuovere copriwater arrugginito, quando le cerniere sono bloccate

Le cerniere tendono ad arrugginire dopo diverso tempo a contatto con umidità, acqua e altre sostanze liquide

Le tavoletta del water, coprivaso o copriwater, a seconda di come le chiamate, non sono affatto complicate da montare, ci vuole al massimo un quarto d’ora. Molte lo sono invece difficili da smontare dopo un tot di anni, in più la posizione degli attacchi verticali è assai scomoda, vediamo come rimuovere la tavoletta senza impazzire o arrivare a segare la barra filettata.

Prendiamo come esempio un copriwater con attacco verticale aperto. Gli attacchi di oggi sono assemblati in questo modo, vedi immagine sotto, e composti da una coppia di cerniere e due borchie di metallo, 4 o 6 dischi di gomma di forme differenti e due dadi di plastica che vanno avvitati intorno alle aste filettate.

Solitamente le viti che vedete nella foto sopra sono già applicate alle cerniere, le tavolette vengono vendute quasi sempre con la parte superiore, il coperchio, e inferiore, la seduta, già fissate alle cerniere.

Fino a qualche tempo fa, al posto dei dadi di plastica si trovavano dei dadi a galletto, come questo che vedete nell’immagine di lato, che davano certamente maggiore stabilità ma, nel momento in cui si arrugginivano, erano (e sono) quasi impossibili da svitare a mano, eccetto nel caso in cui uno abbia una forza sovrumana.

Occorrente:

  • Pinza universale
  • Pinza a pappagallo
  • Guanti
  • Svitol
  • Antiruggine
  • Torcia

Primo tentativo, utilizzare lo Svitol. È importante che riusciate a chinarvi e, facendo luce con una torcia, magari con l’aiuto di una seconda persona se possibile, far gocciolare lo Svitol prima intorno alle borchie e poi sotto, esattamente sopra il dado. Aspettare qualche minuto e vedere che succede, muovendo il dado con la pinza universale e poi con le mani. Importante: i dadi, cha siano di plastica o di tipo a galletto, si avvitano in senso antiorario e si svitano in senso orario.

Se nulla è cambiato e il dado non ne vuole sapere di girare, si passa al secondo tentativo. Utilizzare la pinza a pappagallo e quella universale. Le foto sotto mostrano le cerniere e le aste filettate senza essere montate sul water per facilitarne la comprensione, ovviamente si dà per scontato che l’utente immagini tutto il procedimento su una tavoletta montata sul water.

Per evitare di graffiare la ceramica del sanitario con la pinza a pappagallo, sarebbe meglio usare quest’ultima per bloccare la presa e quindi utilizzare la pinza universale per girare il dado in senso orario, che sia in plastica o metallo. A proprio rischio e pericolo si può fare anche l’opposto, che è certamente più comodo.

Una volta terminato lo smontaggio, usare l’antiruggine per eliminare ogni traccia di ruggine dalla ceramica e dai fori sul water in cui dovranno passare le aste filettate. Poi dare una bella lavata con anticalcare su tutto il sanitario e infine procedere con l’assemblaggio del copriwater nuovo.

Condividi l'articolo
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti